BBSchool: Scuola Bilingue Paritaria

 

La Bilingual British School è una SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE BILINGUE PARITARIA per i bambini dai 2 anni – con prospettiva di apertura anche della SCUOLA MEDIA INFERIORE- e si rivolge a tutte quelle famiglie che credono che l’inglese avrà un ruolo fondamentale nel futuro dei loro figli.

Considerando la PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ITALIANA unitamente alla LINGUA INGLESE, vista come strumento di valenza internazionale, la Bilingual British School propone percorsi culturali spendibili sia nella prosecuzione di un programma di bilinguismo alle scuole elementari – e medie – interne, che in una qualsiasi altra scuola nazionale. La sovrapposizione del programma di studi britannico ed italiano, classificatisi tra i migliori nel mondo, dà forte sostanza al percorso didattico in cui si combinano l’alta qualità della formazione e la metodologia basata su un approccio multi e inter disciplinare. Particolare rilievo si dà all’apprendimento che parte da esperienze concrete, che mettano i bambini in condizione di “costruire” le loro conoscenze partendo da esperimenti, attività di ricerca, ecc… A tali esperienze segue poi una fase di organizzazione e formalizzazione dei concetti astratti.

Questi prerequisiti garantiranno agli studenti della Bilingual British School di frequentare con successo qualsiasi università nazionale ed internazionale.


 

Uno dei pilastri fondanti della BBSchool è la consapevolezza di operare in una società globale, plurale e multiculturale in cui il processo educativo richiede che l’interculturalità, intesa come educazione alla e nella differenza, divenga l’orizzonte di tutto il percorso scolastico.

Tale percorso alla BBSchool coniuga dunque LOCALE e GLOBALE, IDENTITA’ e DIFFERENZA entro un discorso di formazione del cittadino planetario come:

  • Persona capace di relazionarsi in modo costruttivo con “l’altro” percepito come risorsa per la propria crescita;
  • Persona capace di gestire la conflittualità in modo argomentativo e non violento;
  • Persona capace di riconoscere la propria identità come arricchimento che supera le opposte tentazioni del disprezzo del “diverso” e di una pericolosa assimilazione della cultura altrui (nei percorsi internazionali);
  • Persona capace di penetrare un’altra cultura non solo attraverso uno scambio linguistico ma anche con la frequentazione quotidiana tra le persone e la familiarità fra i loro costumi.

Il dialogo fra culture quindi non può e non deve condurre a un livellamento, ma al contrario alla valorizzazione delle differenze nella consapevolezza e nell’orgoglio delle proprie radici.